ENDODONZIA pt 2: 10 ottimi motivi per fare una visita dall’endodontista.

Nell’articolo della scorsa settimana, abbiamo parlato di endodonzia, quella branca dell’odontoiatria che si occupa dello studio, della diagnosi e del trattamento delle malattie dei tessuti interni del dente, conosciuti come “polpa”. Tessuti importanti e protetti dalla smalto dentale, ma che si possono comunque infettare o infiammare per diverse cause (e con varie conseguenze).
Chi si prende cura del dente quando abbiamo un disturbo legato alla “polpa” è l’endodontista, una figura specializzata nella terapia endodontica.

Ma quando è importante recarsi dall’endodontista per farsi visitare?


Per rispondere a questa domanda bisogna innanzi tutto ricordarsi che la salute dei nostri denti ha un impatto sul benessere globale del nostro organismo (pensiamo già solamente al ruolo nella masticazione e, quindi, nella nutrizione), oltre che sul nostro benessere sociale e psichico. Di fronte a problemi come carie profonde o infezioni dentali, una visita endodontica può permettere di salvare il dente e preservare la salute orale.

 

Di seguito abbiamo elencato dieci ottimi motivi per effettuare una visita endodontica.

Primo motivo: SALVARE UN DENTE.
Nel caso di un dente danneggiato o a rischio a causa di un’infezione, la visita endodontica rappresenta il primo passo per salvare il dente. L’endodontista rimuove l’infezione o la polpa infiammata all’interno del dente, pulisce e sigilla il canale radicolare. Ciò consente di preservare il dente naturale, evitando l’estrazione.

Secondo motivo: ALLEVIARE IL DOLORE.
A nessuno di noi piace soffrire e sappiamo che il mal di denti, di qualunque natura sia, può davvero rappresentare un grande fastidio. Le infezioni e le infiammazioni della parte interna del dente possono causare dolore acuto e persistente.
Una visita endodontica potrà indicare meglio la natura del problema ed eliminare il dolore, trattando l’infezione e ripristinando la salute del dente.

Terzo motivo: PREVENIRE L’AGGRAVARSI DI UN’INFEZIONE.
Un’infezione non curata può diffondersi alle aree circostanti oppure aggravarsi e causare gravi problemi di salute. La visita endodontica permette di individuare l’infezione e curarla, prevenendone l’aggravarsi.

 

Quarto motivo: RIPRISTINARE LA FUNZIONALITÀ DEL DENTE.

Un dente danneggiato o infetto non causa solo fastidio o dolore, ma può portare a difficoltà nella masticazione e, alla lunga, per tale motivo a ripercussioni all’artico­lazione temporomandibolare. Una visita endodontica può inquadrare la situazione e definire la terapia per ripristinare la funziona­lità del dente, consentendo di tornare a mangiare e parlare correttamente.
La perdita di uno o più denti, soprattutto i posteriori deputati alla masticazione, comporterebbero gravi squilibri per l’articolazione temporomandibolare, che è la più complessa del nostro corpo umano.

Quinto motivo: CONSERVARE L’ESTETICA DEL SORRISO.
Se l’infezione della polpa di un dente non viene curata adeguatamente, si può perdere il dente, con un conseguente impatto negativo anche sull’estetica del sorriso. La visita endodontica aiuta a monitorare lo stato di salute del dente, evitandone l’estrazione, e mantenere il sorriso sano e l’arcata dentale completa.

Sesto motivo: OTTENERE UN RISPARMIO ECONOMICO A LUNGO TERMINE.
Sottoporsi a una visita endodontica non deve mai essere considerato un costo, anzi, è a tutti gli effetti un investimento a lungo termine, infatti salvare il dente naturale mediante un trattamento endodontico può evitare costi aggiuntivi in futuro.

 

Settimo motivo: MIGLIORARE LA QUALITÀ DELLA VITA.
Provare dolore a causa di un’infezione dentale esercita un’influenza negativa sulla qualità della vita, causando disagio e limitazioni nella routine quotidiana, disturbando il sonno e la concentrazione. Una visita endodontica può definire il problema e risolverlo, eliminando il dolore e ripristinando la salute orale. E, così, migliorando la qualità della vita.

Ottavo motivo: PRESERVARE LA STRUTTURA OSSEA.
L’estrazione di un dente – magari causata dal deterioramento dello stesso – può causare il progressivo riassorbimento dell’osso circostante. La visita endodontica è finalizzata anche a valutare le migliori cure per conservare la struttura ossea e mantenere nel tempo l’integrità dell’arcata dentale.

Nono motivo: EVITARE COMPLICAZIONI FUTURE.
Le infezioni dentali non curate possono portare a complicazioni e conseguenze anche gravi come ascessi, cellulite facciale o diffusione dell’infezione ad altri denti. La visita endodontica previene tali complicazioni, proteggendo la salute dei denti e del cavo orale.

Decimo motivo: CONTRIBUIRE ALLA SALUTE GENERALE DELL’ORGANISMO.
La salute orale è strettamente legata alla salute generale. Le infezioni dentali possono influire negativamente su altri sistemi del corpo, portando a problemi di nutrizione, a tensioni muscolari o articolari e ad altri disturbi. La visita endodontica aiuta a mantenere una bocca sana, che a sua volta può contribuire a preservare la salute generale.

 

Per tutte queste ragioni, un dolore o un danno a un dente dovrebbero sempre spingere a contattare il proprio dentista, che potrà valutare con attenzione la situazione e l’eventuale necessità di fissare una visita endodontica. Un endodontista esperto saprà individuare il problema e identificare il trattamento più appropriato per preservare la salute orale e il benessere generale.

Nei Centri Implantologici Tramonte, ogni segnale inviato dai denti viene preso nella massima considerazione. Gli endodontisti dei Centri sono molto scrupolosi nelle valutazioni ed esperti nei trattamenti endodontici, sempre mirati a mantenere i denti sani e seguire i pazienti in ogni fase del percorso di terapia. Nella chiara consapevolezza che, quando si cura un dente, si cura un paziente.